fbpx

NOVITÀ: Convenzione Movimento Forense

Risparmia con il nuovo Regime Forfettario

Regime forfettario

Sai che il nuovo regime forfettario introduce ulteriori semplificazioni fiscali e contabili agli aderenti?
Con la Legge di Bilancio 2023 la soglia di accesso e permanenza passa dai €65.000 a €85.000 applicando un’unica imposta forfettaria del 15% e del 5% per le nuove attività, per la durata di 5 anni.

Scopri i limiti e requisiti e inizia a risparmiare con il nuovo regime forfettario!

Requisiti e limiti del regime forfettario

Hai già un'impresa o stai pensando di aprirne una nuova?

Beneficia delle agevolazioni fiscali conoscendo prima i requisiti necessari per accedere al regime forfettario.

Attività

Esercitare un’attività d’impresa o essere liberi professionisti possedendo la Partita Iva con relativo codice ATECO. Sono escluse: società, imprese familiari, associazioni professionali

Comunicazione

Obbligatoriamente telematica all’INPS entro il 28 febbraio di ciascun anno, se si è contribuenti già in attività.

Ricavi e compensi

Per accedere al regime forfettario essi non devono superare il limite dei ricavi pari ai €85.000 annui.

Dichiarazione

Chi inizia un’attività d’impresa dovrà darne comunicazione attraverso il modello AA9/12.

Più resti con ICON e più risparmi con le formule di abbonamento sicure tramite:
carta di credito, bonifico bancario e PayPal

Consulenza annuale

249 Costo annuale iva compresa
  •  
Consulenza biennale
229 Costo annuale iva compresa
  •  
Risparmi 40€
Consulenza triennale
209 Costo annuale iva compresa
  •  
Risparmi 120€

E se supero i limiti dei ricavi e compensi?

Ecco le conseguenze fiscali nel caso in cui, nel periodo di imposta 2023, dovessi superare la soglia dei ricavi consentiti dal nuovo regime forfettario.

  • Resti in regime forfettario se i ricavi sono compresi tra 0 e 85.000 euro.
  • Esci dal regime forfettario nel 2024 se i ricavi sono compresi tra gli 85.000 e 100.000 euro.
  • Esci dal regime forfettario già nel 2023 se i ricavi superano i 100.000 euro.
consulenza fiscale icon

Troppi conti, modelli e scadenze da gestire?

Tieni sempre sotto controllo la tua situazione fiscale con un solo e pratico software.

Servizi

  • Apertura e/o chiusura partita iva;
  • Iscrizione alla gestione separata Inps, gestione artigiani e commercianti;
  • Software di Fatturazione elettronica Versione Smart gratuita senza limitazioni di numero di fatture;
  • Registrazione dei documenti contabili;
  • Redazione ed invio telematico della dichiarazione dei redditi completa con eventuali
    raccordi ad altri redditi;
  • Predisposizione ed invio telematico dei modelli F24 attinenti alle imposte anche in forma rateale;
  • Predisposizione ed invio telematico dei modelli F24 trimestrali dei contributi artigiani e
    commercianti;
  • Calcolo delle tasse in tempo reale in qualunque momento viene richiesto
  • Comunicazione del volume d’affari e del reddito per i professionisti iscritti agli ordini
    professionali ( Modello D Enpam per i medici, Modello 5 per gli Avvocati ecc.. )
  • Un team di Consulenti a tua disposizione per darti assistenza telefonica H24;

Vantaggi regime forfettario

Vantaggi del regime forfettario rispetto l’IVA

  • Non aggiungerai l’IVA ai tuoi prezzi ma non potrai scaricarla su spese o acquisti per la tua attività, ad eccezione delle spese previdenziali.
  • Non avrai obblighi di liquidazione e versamenti di imposta quando presenterai la dichiarazione annuale
  • Non dovrai registrare gli acquisti e i corrispettivi
  • Non emetterai fattura elettronica solo se i tuoi ricavi e compensi saranno inferiori a €25.000

Vantaggi del regime forfettario rispetto le imposte sui redditi.

  • Sarai svincolato dalla tenuta della registrazione e tenuta delle scritture contabili
  • Sarai esonerato dall’applicazione degli Indici sintetici di affidabilità fiscale
  • Sarai escluso dalla ritenuta d’acconto, purché sia indicata nella fattura che emetterai insieme alla dicitura d’esenzione di IVA

Lavora informandoti

News e fatturazione

Resta sempre aggiornato sulle ultime disposizioni governative sul mondo del regime forfettario e approfondisci di più l’argomento scoprendo cosa è necessario per la tua attività.

I codici ateco

Stai pensando di aprire un’impresa o una ditta individuale?
Il codice ATECO identificherà la tua attività indicandoti inoltre i tuoi diritti/doveri fiscali e contributivi.

Calcolare

Costi e tasse

L’imposta sostitutiva per il regime forfettario ammonta ora al 15% per chi percepisce compensi e ricavi fino a €85.000. Sarà invece applicata, per il primo lustro, al 5% per le nuove attività che saranno esonerate al pagamento dell’IRPEF.
Come verranno calcolate tasse e contributi da pagare?

Ad ogni codice ATECO è associato il corrispettivo coefficiente di redditività, che verrà moltiplicato per il proprio reddito lordo. Così verrà determinata la base imponibile.

Sulla base imponibile verrà calcolata l’imposta sostitutiva (15% o 5% in base al tipo di attività: se già in essere o startup). Così troviamo il totale importo di tasse da pagare.

Sempre sulla base imponibile calcoliamo la percentuale relativa ai contributi previdenziali: 26,23% per il 2023. Così troviamo l’importo dei contributi da pagare.

Resta aggiornato

Non perderti le nuove notizie relative al mondo del regime forfettario

HAI BISOGNO DI PIÙ INFO?

Lascia i tuoi dati e scrivici cosa ti interessa sapere di più sul regime forfettario.

Regime Contabile Forfettario

Domande frequenti

No nel caso in cui l’impresa o il libero professionista sanno già di percepire compensi e ricavi superiori a €85.000

Sì, anche i forfettari dovranno dichiarare i propri redditi in regime forfettario compilando il Modello Redditi PF (ex Unico).

Nella dichiarazione dei redditi il forfettario dovrà indicare alla voce “reddito di attività” il totale degli importi incassati nell’anno corrente

Si, solo ad inizio anno e se si rispettano determinati requisiti. Per saperne di più chiedi ad Icon! Clicca qui

Torna in alto